Chi fa dolci il ciel l’aiuta

Citava così, vero, lo slogan di qualche agente lievitante con tanto di putti svolazzanti.
Sarà pure vero, ma per me, chi fa dolci, ingrassa.
O per lo meno, nel mio specifico caso è così.

Guardo il pacco di zucchero semolato e sento la bilancia lanciare improperi. Con tutto che l’ho mimetizzata sopra quei canotti fucsia che sono le Crocs di mia figlia.

No, non lo fare, Padre Dukan ti scomunicherà!
Aaaargh…olio, vuoi mettere dell’olio in quella ciotola?
Ma lo sai quanto ci mette il tuo corpo a bruciare le calorie in eccesso?
Tu, mia cara, non sai apprezzare la purezza di uno yogurt magro, quel approccio acidulo, quel sapore cremoso che ti rinfresca e ti gratifica il palato senza provocare danni alla circonferenza delle tue cosce.
Dammi retta, allontanati da quella farina bianca.
B I A N C A
Ma, cioè, ma non lo hai letto?
La farina bianca fa male, malissimo. Non ti senti già un po’ svenire?
Ah…ci metti il farro, brava, cerchi di smacchiarti la coscienza.
L’ho vista che annaspava fra le macchie d’olio e i blocchi di barbabietola raffinata.
Assassina.
Tu il tuo amico colesterolo lo ascolti solo quando fa il divo in tv.
E poi, amen.

Ecco, pure il burro prendi. Ah, per lo stampo.
Donna sfacciata e peccaminosa.
Nonostante la mole, ti muovi con grazia intorno a quella planetaria.
Le uova, la cannella, il rumore ritmato delle fruste.

Una leccata all’indice e l’hai già messa in forno.
Guarda che vedo tutto. Hanno i buchi le Crocs.
Avresti dovuto affossarmi sotto i Moonboot.
Dici che non fanno pendent con il mio rosa?
Bah…poco importa. Il giro di boa è fatto.
Siamo in discesa verso la prova costume. E dopo, dopo si che ce la ridiamo, tu, io e quella palletta danzerina di tua figlia.
Rigore ci vuole. Movimento. Non ciambelloni ipercalorici (va be’ il farro è integrale…) che puoi tagliare e farcire con strati di Nutella.
No…perché, la Nutella li, è la morte sua, giusto.

Oddio, ma cos’è?
O gloriosa Astrea, tu protettrice di tutte le bilance del cosmo, non lasciare che io ceda a questo richiamo lussurioso.
Perdindirindina, è solo un ciambellone.
Posso farcela.
Numeri, giratevi dall’altra parte. Non fissate quella doratura perfetta. E tu, ago, trattieni il fiato, cuciti la bocca.

Allora senti, sciocca casalinga che trae godimento da atti di pura golosità, convoca qualcuna di quelle tue garrule amiche di merende e facciamola finita una volta per tutte.
Almeno, quest’estate avrete un argomento comune di cui ciarlare: la dieta.

Destino beffardo.
Tu mangi ed io qui, a sopportare il peso della tua incontinenza culinaria.
Ah…ma dovrà venire la prova costume…ah ah. E dopo si che avrò la mia bella rivincita morale.

Intanto, beh, che fai, non affetti?
:-)>

20130116-132302.jpg

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: