archivio

Archivi giornalieri: febbraio 17, 2016

image

Photo credit @incontrasto (instagram)

Miss Paturnie oggi, dopo un’interpretazione drammatica di grande pathos, vince l’oscar come migliore attrice protagonista di “lasciatemi vivere la mia gioventù”.
Consegna il premio, il padre totalmente destabilizzato difronte all’emozionante scena degli ormoni ballerini.
Le porte sbattono.
I gatti fuggono.
I piatti volano.
Dal fronte testosterone in miniatura, arrivano notizie poco confortanti.
Tafferugli continui e lanci di lego molotov.
Scariche scatologiche e prolassi verbali.
A.A.A.
Cercasi urgentemente eremo.
Far far away.
Anche bilocale va bene.
Si accettano candidature per compagni di viaggio.
Non ho grandi pretese.
Del resto mi paragono sempre ad una pianta grassa.
Autosufficiente se non per quel filo di sole che mi fa continuare a crescere.
Pregasi astenersi:
Indecisi (detesto)
Immaturi (detesto)
Incoerenti (basto io).
Quelli che ti dicono “passa” come se non meritassi nemmeno il tempo di una decisione.
Quelli che si fanno governare dalle forze dell’ordine supremo e che hanno lasciato una mamma per sposarne un’altra.
Quelli che non sanno cosa fare delle loro emozioni e allora lasciano che sia tu a fare i conti per tutti.
Quelli che devono sempre e assolutamente usare qualcuno per far incazzare un altro.
Che vorrebbero ma non possono.
Che dicono di volere ma non è vero.
Che pensano di conoscerti perché ti leggono lo sguardo ma sono ancora fermi all’immagine di copertina.
Quelli che ti dicono mi manchi. Ma poi non ti chiamano mai. E ti pensano una frazione di secondo al giorno se hanno tempo di farlo e poi si aspettano che tu passi.

Le relazioni umane sono come una mappa. Si sviluppano tutt’intorno a dei confini.
Per alcune persone vale la pena svalicare monti e guadare fiumi.
Per altre ci si acconta di guardare il paesaggio da dietro rotoloni di filo spinato.
Non si scavalca la rete.
Non si saltano fossati e coccodrilli.
Non si compra una testa di ariete su Amazon per sfondare il portone.

Come dissi mesi fa, noi definiamo i confini.
Noi stabiliamo l’intimità.
Se c’è, non ti chiamo. Passo.
Se non c’è, passo oltre.

Annunci