Lanterna rossa

Dove non puoi amare, non soffermarti

Frida Kalho

Iri ho rincorso un tramonto. Riso fino alle lacrime. Seguito con gli occhi un gabbiano. Scattato con priorità diaframma. Baciato e abbracciato persone nuove. Incontrato vecchi ricordi. Fatto programmi. Respirato il mare.

È stata una buona serata. Leggera. Inaspettata. Come una bolla di felicità.

Luglio pesa.

Le assenze pesano.

Le delusioni pesano.

Ma ieri, nel vento fragile di quella lanterna rossa, per un momento sono stata felice.

Annunci
1 commento
  1. picchina ha detto:

    Bellissima la poesia finale. Mi descrive appieno…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: