La mia anima ha fretta

Ho contato i miei anni ed ho scoperto che ho meno tempo da vivere da qui in avanti di quanto non ne abbia già vissuto.


Mi sento come quel bambino che ha vinto una confezione di caramelle e le prime le ha mangiate velocemente, ma quando si è accorto che ne rimanevano poche ha iniziato ad assaporarle con calma.
Ormai non ho tempo per riunioni interminabili, dove si discute di statuti, norme, procedure e regole interne, sapendo che non si combinerà niente…Ormai non ho tempo per sopportare persone assurde che nonostante la loro età anagrafica, non sono cresciute.
Ormai non ho tempo per trattare con la mediocrità.Non voglio esserci in riunioni dove sfilano persone gonfie di ego.
Non tollero i manipolatori e gli opportunisti. Mi danno fastidio gli invidiosi, che cercano di screditare quelli più capaci, per appropriarsi dei loro posti, talenti e risultati.
Odio, se mi capita di assistere, i difetti che genera la lotta per un incarico maestoso. Le persone non discutono di contenuti, a malapena dei titoli. Il mio tempo è troppo scarso per discutere di titoli.

Voglio l’essenza, la mia anima ha fretta…
Senza troppe caramelle nella confezione…
Voglio vivere accanto a della gente umana, molto umana. Che sappia sorridere dei propri errori. Che non si gonfi di vittorie. Che non si consideri eletta, prima ancora di esserlo. Che non sfugga alle proprie responsabilità. Che difenda la dignità umana e che desideri soltanto essere dalla parte della verità e l’onestà.

L’essenziale è ciò che fa sì che la vita valga la pena di essere vissuta.

Voglio circondarmi di gente che sappia arrivare al cuore delle persone…gente alla quale i duri colpi della vita, hanno insegnato a crescere con sottili tocchi nell’anima.

Sì… ho fretta… di vivere con intensità, che solo la maturità mi può dare. Pretendo di non sprecare nemmeno una caramella di quelle che mi rimangono…Sono sicuro che saranno più squisite di quelle che ho mangiato finora.
Il mio obiettivo è arrivare alla fine soddisfatto e in pace con i miei cari e con la mia coscienza. Spero che anche il tuo lo sia, perché in un modo o nell’altro ci arriverai.

Ecco. La mia anima ha fretta. Ho come l’impressione che il giro in giostra sia finito. Niente divertimento. Niente montagne russe. La quiete prima del tramonto.

E blaif! E chi la vuole la quiete? 

Io voglio i sentimenti. Le viscere. Una sporta di emozioni che rotolano come arance sul tavolo della cucina quando torni dalla spesa. 

E voglio la pioggia. L’aria carica di elettricità. Il rumore del vento e le persiane che sbattono. Il profumo nell’aria. L’aria nuova che c’è dopo il temporale.

Voglio l’essenza. Tu no?

Annunci
4 commenti
  1. 321Clic ha detto:

    Buffo, sembra essere il tema della giornata, e senza essersi messi d’accordo prima. E’ da questa mattina che ne parla in anche altri due blog. Ed è da un po’ che ho deciso di dare una svolta. Di fare cose che mi lasciano qualcosa. Di essere presente nella mia vita e non lasciare che mi scorra accanto. L’essenza, si. anche io la voglio.

  2. paperino ha detto:

    Purtroppo è quello che perdi con la fretta, l’essenza. Il bambino smette di mangiare con voracità, si ferma e va piano per assaporare . Rallenta … piano … 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: