archivio

Archivi tag: prevért

Trovata e postata.
Resa subito parte di me.

E i bicchieri erano vuoti
e la bottiglia in pezzi
E il letto spalancato
e la porta sprangata
E tutte le stelle di vetro
della bellezza e della gioia
risplendevano nella polvere
della camera spazzata male
Ed io ubriaco morto
ero un fuoco di gioia
e tu ubriaca viva
nuda nelle mie braccia.

_Non posso non amare Jacques Prévert
E tutto l’amore che gira intorno.

image

Annunci

image

image

The cat come back

image

That's a party

C’era il sole stamattina.
E quando c’è il sole si va a caccia di momenti.
Si scoprono vicoli e giardini abbandonati. Si attraversano archi. Ci si confessa a un’amica.
Soprattutto si fotografa.
E poco importa se ti trascini un passeggino, che non era in programma,
abitato da dueenne triste e offeso dal brutto morso preso a scuola (il primo di quelli che verranno). E che hai fame di gelato e sete di caffè e hai appena spedito l’altra parte di te nel Paese piu affollato del pianeta senza cercare neanche una metafora per farlo.
Quando c’è il sole si esce e ci si lascia dietro letti sfatti e lavatrici piene. Pensieri strani e parole vuote.

Due giri di sciarpa intorno al collo, una spinta al cuore e via.
L’utente da lei selezionato non é al momento raggiungibile.

_I ragazzi che si amano si baciano in piedi
Contro le porte della notte
E i passanti che passano li segnano a dito
Ma i ragazzi che si amano
Non ci sono per nessuno
Ed è la loro ombra soltanto
Che trema nella notte
Stimolando la rabbia dei passanti
La loro rabbia il loro disprezzo le risa la loro invidia
I ragazzi che si amano non ci sono per nessuno
Essi sono altrove molto più lontano della notte
Molto più in alto del giorno
Nell’abbagliante splendore del loro primo amore_

image